La Pizza Gourmet: la nuova moda del momento.

Pubblicato in Eventi e novità

Nel mondo della ristorazione è in atto una vera e propria evoluzione che ha portato gli Chef e i pizzaioli italiani a prestare maggiore attenzione alla scelta delle materie prime, avendo un occhio di riguardo in più per la presentazione e l'impiattamento, nel rispetto della leggerezza e digeribilità dei piatti serviti in tavola ai commensali.

Dopo anni in cui tutti improvvisavano e, i locali si facevano la guerra ad abbassare il livello dei costi aziendali, e con essi anche la qualità degli ingredienti, finalmente qualcosa nel settore food è  davvero cambiato.

Oggi ad esempio la pizza è entrata di diritto nella cucina d'autore e, se siete assidui frequentatori di pizzerie, non vi sarà certamente sfuggita una delle novità più gettonate del momento che ha invaso, anche in Provincia di Belluno, i menù dei ristoranti che servono anche la pizza. Stiamo parlando della Pizza Gourmet. Ma quali sono le caratteristiche che deve avere questa pizza per definirsi tale?

Partendo dall'impasto, questo deve risultare altamente digeribile e soffice, grazie anche all'utilizzo del lievito madre e ad una lievitazione di almeno 24 - 48 ore. Ancora prima di ottenere questo, si deve prestare la dovuta attenzione alla scelta della farina che deve essere preferibilmente macinata a pietra e lavorata artigianalmente. 

Si passa così alla farcitura, il cui unico limite è rappresentato dalla selezione di prodotti italiani di altissima qualità, con una certa preferenza verso quelli a denominazione d'origine controllata, oppure quelli del presidio Slow Food che ne favoriscono la tracciabilità e, dunque, una loro maggiore affidabilità.

Grazie alla freschezza di tali ingredienti, la farcitura della pizza gourmet viene spesso eseguita al termine della sua cottura in forno a legna, per evitare che il condimento perda il suo sapore naturale. 

E infine, tra le caratteristiche peculiari che deve avere questa particolare tipologia di pizza possiamo annoverare la sapiente combinazione creativa di materie prime ricercate come le albicocche secche, la spalla cotta, i gamberi crudi, la frutta secca, in uno speciale e sofisticato abbinamento di gusti e sapori tipici, degno di essere preparata solo da grandi Chef.

E' proprio per quest'ultimo aspetto che questa pizza risulta come dimensione un po' più piccola di quella tradizionale e, generalmente, viene servita già tagliata a spicchi.

L'unico tasto dolente di questa squisita prelibatezza gastronomica è il suo costo che, da Nord a Sud Italia, pare che oscilli in media tra i 6 e i 19 euro. 

Leggi tutto...

La pizza napoletana è patrimonio dell'umanità.

Pubblicato in Eventi e novità

La pizza napoletana è patrimonio dell'umanità. A dichiaralo è il dodicesimo Comitato per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Unesco che ha valutato molto positivamente la candidatura italiana. 

Per l'Unesco il know - how culinario legato alla produzione della pizza comprendente gesti, canzoni, espressioni visuali, gergo locale, capacità di maneggiare l'impasto, esibirsi e condividere stati d'animo ed emozioni, rappresenta un indiscutibile patrimonio culturale.

I pizzaioli e i loro ospiti sono impegnati in un vero e proprio rito sociale, in cui il bancone e il forno a legna fungono da "palcoscenico" durante il processo di lavorazione e preparazione della pizza. 

Ogni giorno i maestri pizzaioli italiani sfornano 8 milioni di pezzi, quasi 192 milioni di pizze al mese, per un giro d'affari di oltre 12 miliardi di euro.

Per quattro consumatori su dieci è l'abilità delle loro mani a fare davvero una pizza di qualità, a partire dall'utilizzo di ingredienti poveri come l'acqua e la farina.

Il segreto sta poi nella cura con cui vine lavorato l'impasto, un'arte spesso tramandata di generazione in generazione. L'affetto degli italiani per la pizza è dimostrato anche dal loro consumo; in media mangiamo 7,6 chili di pizza ogni anno, circa 38 pizze napoletane a testa. 

Oggi la principale minaccia per questo alimento è rappresentata dal suo enorme successo nel mondo che la rende esposta a contraffazioni alimentari e alle agro - piraterie

Uno degli obiettivi rimarcati nella petizione presentata dall'Italia all'Unesco è prevenire e combattere la sua contraffazione per una maggiore tutela del consumatore finale, a cui devono essere garantiti materie prime di alta qualità provenienti dall'agricoltura italiana, a tutela dell'economia del nostro Paese per la quale la pizza vale circa 200 mila posti di lavoro. 

 

Leggi tutto...

Le nostre Pizze

Pubblicato in Ristorante al Cortile

La pizza è l'alimento principe della dieta mediterranea divenuta oggi un must della cucina italiana, sempre più conosciuta, apprezzata ed imitata nel resto del mondo. 

"Al Cortile" Ristorante & Grill House è la location ideale per gustare una pizza preparata nel pieno rispetto della tradizione gastronomica italiana, lievitata alla perfezione, cotta al punto giusto, farcita con ingredienti di stagione freschi e genuini, per realizzare un'inedita armonia di gusti e sapori unici al palato.

Il nostro menù propone un'ampia varietà di pizze preparate ponendo massima attenzione ad ogni dettaglio: dalla scelta di un impasto a lunga lievitazione realizzato con un mix di farine speciali, all'utilizzo di prodotti di alta qualità.

Nel nostro locale cerchiamo di proporre un approccio alla cucina d'autore reinterpretando uno dei piatti tipici della gastronomia italiana, offrendo un prodotto più da ristorazione che da vera e propria pizzeria, attraverso la riscoperta dei veri gusti e sapori del territorio montano delle Dolomiti Bellunesi, patrimonio UNESCO.

Tutte le nostre pizze sono anche d'asporto: NON facciamo consegne a domicilio, ma potete ordinare e ritirare le vostre pizze preferite contattandoci al 328 754 2227.

Dalle pizze tradizionali a quelle più elaborate, fatevi travolgere dal gusto speciale della nostra fragrante e verace "Pizza delle Dolomiti". 

 

 

 

 

 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS