Alimentazione: le carote un prezioso alleato per la salute umana.

Pubblicato in Eventi e novità

Le carote sono da sempre considerate una delle verdure più diffuse e apprezzate nel mondo, sia per la loro semplicità di coltivazione, sia perchè sono un ingrediente molto versatile in numerose ricette di diverse culture culinarie. 

Antiossidanti, amiche della pelle e della vista, le carote grazie al betacarotene capace di ostacolare la formazione dei radicali liberi e di contrastare l'invecchiamento della pelle, rappresentano un prezioso alleato per la salute umana.

Scopriamo insieme quali sono le proprietà benefiche di questo particolare ortaggio. 

1) Prevenzione delle malattie del cuore.

In un recente studio atto a rilevare il valore terapeutico delle carote, i ricercatori del Laboratorio Gastrointestinale Wolfson di Edimburgo, hanno constatato che il livello di colesterolo si riduce in media dell'11% se si mangiano 200 grammi di carote crude al giorno per un periodo di tre settimane.

2) Miglioramento della vista.

Essendo molto ricche di betacarotene, le carote aiutano a prevenire l'insorgere di specifiche patologie legate alla vista. Questo perchè il betacarotene una volta convertito in vitamina A nel fegato, si trasforma a sua volta nella retina in Rodopsina, un pigmento che favorisce la visione durante le ore notturne. Le carote inoltre contengono anche la Luteina, una sostanza di origine naturale in grado di prevenire numerose malattie degli occhi come la cataratta

3) Miglioramento della pressione sanguigna.

Le carote sono molto ricche di potassio, un importante vaso dilatatore in grado di far rilassare la tensione nei vasi sanguigni e nelle arterie, aumentando il flusso sanguigno e la circolazione, andando a stimolare la formazione degli organi in tutto il corpo riducendo lo stress sul sistema cardiovascolare.  

4) Stimolazione del sistema immunitario.

Questo particolare ortaggio possiede anche diverse proprietà antisettiche e antibatteriche che lo rendono ideale per andare a stimolare il sistema immunitario. Oltre a questo, le carote sono una preziosa fonte di vitamina C che stimola l'attività dei globuli bianchi

5) Favoriscono e aiutano la digestione.

Nella loro radice le carote contengono una notevole quantità di fibra alimentare, considerata uno degli elementi più importanti per mantenere in buono stato di salute l'apparato digerente. La fibra aggiunge massa alle feci stimolando il movimento peristaltico e la secrezione dei succhi gastrici, riducendo la gravità dei disturbi come la stitichezza, proteggendo il colon e lo stomaco da gravi malattie, tra cui il cancro del colon retto

6) Prevengono l'insorgere del cancro.

Alcuni ricercatori britannici hanno recentemente scoperto che nutrirsi di carote riduce sensibilmente il rischio di un cancro ai poloni di oltre il 40%. Sempre grazie ad un altro studio, si è potuto dimostrare che mangiare con abitudine questa verdura previene il rischio di un cancro al colon del 24%.

7) Riducono il rischio ictus.

Oggi è risaputo che mangiare una carota al giorno riduce il rischio di ictus del 68%. Molti studi condotti su pazienti colpiti da questa grave patologia hanno constatato che le persone che presentavano alti livelli di betacarotene mostravano un più alto tasso di sopravvivenza.

8) Sono amiche della pelle e della bellezza.

Alcuni ricercatori scozzesi hanno esaminato le abitudini alimentari di un gruppo di giovani studenti universitari per sei settimane, constatando che chi consumava regolarmente frutta e verdura di colore giallo, rosso e arancio, presentava un aspetto della pelle molto più rilassato e roseo. 

9) Combattono l'obesità infantile.

Le carote, insieme ad altre verdure ed ortaggi, combattono l'obesità infantile. Questo lo sostiene una ricerca condotta da due Università degli Stati Uniti che puntano sui benefici che arriverebbero se nella dieta alimentare dei bambini si introducessero regolarmente verdure a foglia verde, ortaggi e frutta di colore arancione. 

10) Favoriscono l'abbronzatura.

Molti di voi sicuramente sapranno che i migliori alleati per preparasi all'esposizione del sole sono i cibi di colore arancione, con particolare riferimento proprio alle carote. Queste sono considerate degli efficaci abbronzanti naturali perchè risultano ricche di betacarotene, un elemento che stimola la melatonina, sostanza che contribuisce a dare colore alla pelle quando ci esponiamo al sole proteggendoci dai raggi ultravioletti

 

 

 

 

Leggi tutto...

Pausa Pranzo: le 5 regole per tornare al lavoro carichi e concentrati.

Pubblicato in Eventi e novità

Oggi, complice la crisi economica, sempre più professionisti preferiscono risparmiare portandosi da casa il cibo e trascorrendo la loro pausa pranzo in ufficio. 

Purtroppo per molti, questo vuol dire rimanere intrappolati davanti al computer tra e-mail, notifiche e scadenze da evadere. 

Trascorrere la pausa pranzo lavorando è un grosso errore! Un'alimentazione errata, infatti, oltre al nuocere alla salute può provocare un taglio di produttività del 20%.

Per non compromettere le proprie performance professionali nelle ore pomeridiane è fondamentale staccare la spina: un pasto in tutta tranquillità, una passeggiata al parco, oppure praticare attività sportiva possono ridarci la giusta carica per affrontare al meglio le sfide che il lavoro ci riserva. 

Lo scopo della pausa, è di concedere a mente e corpo quei minuti indispensabili per fare il pieno non solo di cibo ma anche di nuove energie.

Ecco le 5 regole che vi consigliamo di seguire per sfruttare al massimo il lunch time e tornare alla scrivania carichi e concentrati:

Non saltare mai la pausa pranzo.

Un'interruzione tra le ore di lavoro risulta indispensabile per mantenere alto il livello di produttività. Anche se le scadenze incombono e le attività da portare a termine sono sempre tante, è sconsigliato saltare il pranzo. 

Basta anche solo un quarto d'ora per staccare la spina e ricaricarsi di energia e di buon umore.

Tenere lontano il cellulare.

Per mettere da parte momentaneamente ansie, budget e deadline, è bene evitare di controllare la propria posta elettronica tramite smartphone e tablet. 

Solo così mente e corpo possono davvero riposarsi e prepararsi per le successive ed intense ore di lavoro. 

Consigliato, invece, concentrare durante la pausa le chiamate ad amici e familiari che durante l'orario di lavoro sarebbe inopportuno fare: far fruttare i minuti di pausa per sbrigare qualche incombenza personale può aiutare a dimenticare per un po' quello che ci aspetta alla scrivania.

Non parlare di lavoro con i colleghi.

Può capitare di approfittare della pausa per sfogarsi con i colleghi, magari riassumendo le peripezie della mattinata trascorsa nel vostro ufficio.

L'importante è che questa pratica non diventi un'abitudine: è indispensabile, ritagliarsi dei momenti di pausa assoluta dal lavoro e approfittarne magari per socializzare e conoscere meglio i propri compagni di scrivania, scambiarsi opinioni e pareri sugli argomenti più vari.

Evitare di pranzare contando i minuti mancanti.

Sebbene non sempre si ha la possibilità di godere per intero dei tanto sospirati 60 minuti di break. sarebbe meglio evitare di mangiare in fretta e dedicare almeno 30 minuti al pasto. 

Masticare troppo velocemente e finire il proprio piatto velocemente, rende più difficile la digestione e non permette di raggiungere a pieno quell'appagante senso di sazietà.

Fate sport.

La pausa pranzo può essere un buon momento per dedicarsi all'attività fisica: i più sportivi possono recarsi in palestra o a correre nelle vicinanze del luogo dell'ufficio. 

Per chi non ne ha il tempo, oppure la voglia, può concedersi invece una passeggiata al parco oppure per guardare le vetrine dei negozi o per prendere un caffè al bar utile per resettare la mente e tornare alla scrivania più determinati e positivi che mai. 

 

 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS