Il Panino, cibo per veri intenditori del gusto.

Pubblicato in Eventi e novità

Il panino imbottito con salumi italiani o con sfiziosi ripieni, non ha mai perso, con il passare del tempo, il suo fascino e la capacità di entusiasmare adulti e bambini di ogni angolo d'Italia e non solo. Proprio per questo, la sua storia è trova origini in tempi assai remoti. 

Secondo alcuni studiosi, il primo panino farcito fu inventato da un rabbino di nome Hillel che, intorno al I secolo a.C., insaporì del pane azzimo con un particolare ripieno di noci tritate, mele e spezie varie. Questa farcitura fungeva da promemoria per commemorare la sofferenza patita dagli Ebrei in Egitto, rappresentando simbolicamente il mortaio utilizzato dagli stessi, durante i lavori forzati per la costruzione delle Piramidi.

Furono però i Romani a diffondere la tipica usanza di mangiare il pane con qualcosa nel mezzo, tant'è che quella che a Roma oggi è conosciuta come Via Panisperna pare prenda il suo nome dalle parole latine Panis AC Perna, termini che indicavano panini al mosto e prosciutto cotto nell'acqua dei fichi secchi.

Durante il Medioevo era usanza impilare pezzi di carne e altro cibo su basi di pane per agevolarne il loro consumo, assorbendo il grasso e le varie salse degli alimenti.

Prima dell'avvento del Rinascimento e della successiva invenzione della forchetta, il pane era utilizzato come utensile da tavola: fette di pane spesse venivano affettate durante ogni pasto da una pagnotta, fungendo proprio da posate. Solo in seguito, con l'avvento della forchetta, mangiare con le mani cominciò ad essere considerato un gesto di maleducazione.

Dobbiamo però trasferirci nella Gran Bretagna di metà Settecento, per poter trovare il primo panino propriamente detto. Una leggenda narra che il quarto conte di Sandwich, John Montagu fosse talmente malato dal gioco d'azzardo da trascorrere le sue giornate seduto al tavolo da gioco, rifiutandosi addirittura di consumare i pasti, a tal punto che un giorno ordinò alla sua servitù di preparargli della carne posta tra due fette di pane. Presto, anche gli altri assidui giocatori cominciarono anche loro ad ordinare "The Same as Sandwich", battezzando così questa pietanza con il suo internazionale e conosciutissimo nome.

Con un viaggio non troppo lungo, il panino imbottito sbarcò negli Stati Uniti d'America, dove nel 1827 diventò protagonista di un libro di cucina scritto da Elisabeth Leslie, che lo propose ai suoi lettori come un piatto unico, riempito con fette di prosciutto cotto.

Oggi il Panino Italiano è diventato un valore gastronomico in grado di condividere ed esprimere il legame con la sua terra d'origine. Con qualsiasi ingrediente al suo interno, diventa ambasciatore della straordinaria molteplicità e qualità dei prodotti italiani, sia freschi che trasformati in cucina. 

Per celebrare questa eccellenza gastronomica, l'Accademia del Panino Italiano ha promosso per mercoledì 21 novembre 2018 la prima giornata mondiale dedicata al panino, a cui tutti possono partecipare condividendo sui social network le foto del proprio panino ideale, oppure organizzando un panino party con amici, in famiglia o al lavoro, per mangiare tutti assieme questa raffinata prelibatezza!!

 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS