Il Kiwi, un frutto dalla storia millenaria.

Pubblicato in Eventi e novità

Lo sapevi che il nostro Paese è il principale produttore mondiale di Kiwi. Ma com'è arrivato questo frutto nelle nostre tavole?

La storia del Kiwi ( Actinidia Chinensis) nasce in Cina più di settecento anni fa nella valle del fiume Yang - Tse che ha dato al frutto il suo nome originario "Yangtao". Si narra che il Gran Khan e altri imperatori cinesi consideravano questo prezioso alimento una prelibatezza, apprezzandolo oltre che per il suo gusto leggermente acidulo, anche per la sua polpa color verde smeraldo. 

Il resto del mondo cominciò a conoscere l'Actinidia solamente nel 1800, quando questa pianta varcò i confini cinesi grazie all'opera di un collezionista della Società Britannica Reale di Orticoltura, il quale fece recapitare in Inghilterra alcuni frutti e i loro semi che furono successivamente coltivati nei dintorni di Londra da Robert Fortune, nel 1847.

Ma è solamente nel 1906 in Nuova Zelanda che si iniziò a coltivare la pianta del kiwi come vite ornamentale da giardino, dopo che alcuni missionari ritornando in patria dalla Cina, portarono con loro delle piantine rampicanti a cui diedero il sopranome di Uva Spina Cinese.

Più tardi, negli anni Cinquanta lo studioso di orticoltura Wright riuscì ad ottenere, dopo lunghi e ripetuti studi sperimentali, la prima varietà commerciale di questo frutto, che fu battezzata nel 1959 dai neozelandesi con il nome di Kiwi, proprio in onore dell'uccello nazionale dal piumaggio di colore marrone come la buccia del frutto.

Agli inizi degli anni sessanta, si verificano le prime esportazioni principalmente dalla Nuova Zelanda verso gli Stati Uniti, mentre negli anni settanta appaiono le prime coltivazioni di Actinidia in California. 

A partire dall'inizio degli anni Ottanta la pianta di Kiwi inizia a diffondersi anche in Italia, registrando una crescita esponenziale degli investimenti fino ai primi anni novanta.

Al giorno d'oggi la sua produzione riguarda Paesi come Spagna, Francia, Stati Uniti e Russia, riservando al nostro Belpaese il primato produttivo, con le sue 410 tonnellate annue.

Ottimo da solo ma anche nei frullati, nelle macedonie e nelle crostate, il kiwi è un alimento che possiede un alto contenuto di vitamina C, potassio, vitamina E, rame e ferro, che gli conferiscono importanti proprietà antisettiche e antianemiche

 

 

Leggi tutto...

I 10 cibi perfetti per l'autunno.

Pubblicato in Eventi e novità

Il passaggio dall'estate all'autunno porta con sè sempre un senso di stanchezza fisica, spossatezza e di malinconia: le ferie sono solo un ricordo e, in questo periodo dell'anno, si è ripresa la normale routine quotidiana; inoltre il cambio di orario e gli sbalzi di temperatura contribuiscono ad avere uno stato psico - fisico un po' in difficoltà.

L'autunno è una stagione ricca di moltissimi alimenti che possono aiutarci ad affrontare il cambio di stagione con la giusta carica: vediamo insieme quali sono i 10 cibi autunnali che non dovrebbero mai mancare nell'alimentazione di questo periodo particolare dell'anno.

  1. L'uva: ricca di ferro, calcio, fosforo e di tante preziose vitamine, è un alimento energetico e calorico (100 grammi contengono circa 70 calorie) che va consumato con moderazione nel caso in cui una persona stia seguendo una dieta, ma un grappolo ogni tanto è davvero un piacere mangiarlo!
  2. La pera: è considerata da tutti come fonte naturale di minerali, fornisce zuccheri semplici e non mette a rischio la linea essendo ipocalorica ed amica dei regimi alimentari controllati.
  3. Il caco: ricco di vitamina C, beta - carotene, potassio e di antiossidanti naturali, aiuta il nostro organismo a proteggere le cellule dall'effetto dei radicali liberi. E' un vero e proprio concentrato d'energia, quindi è molto consigliato per gli sportivi, da mangiare invece con moderazione per persone in stato di sovrappeso. Inoltre, la notevole quantità di zucchero lo rende poco indicato per le persone che soffrono di diabete.
  4. Le arance e i mandarini: questi due frutti sono noti a tutti per il loro alto contenuto di vitamina C ed entrambi stimolano la funzionalità intestinale favorendo una sensazione di sazietà. Contribuiscono anche a mantenere giovane ed elastica la nostra pelle grazie alle loro proprietà antiossidanti. 
  5. La zucca: ricca di beta - carotene, è la vera protagonista dell'autunno. Contiene vitamina A, B e C e numerosi minerali come calcio, sodio, potassio, fosforo, ferro, magnesio ecc. E' un ortaggio povero di calorie e di zuccheri con un notevole potere saziante, è dotata di proprietà antitumorali e ci aiuta a proteggere il nostro sistema cardiocircolatorio.
  6. Il radicchio: ha importanti proprietà depurative e diuretiche ed è un potente alleato nella prevenzione delle malattie legate all'invecchiamento. Presenta un elevato contenuto di vitamine, sali minerali e fibre ed è fortemente consigliato per le persone che soffrono di artrite e reumatismi.
  7. I kiwi: sono un tesoro dell'autunno e quindi bisogna approfittare della loro stagionalità perchè sono un frutto davvero eccezionale ricco di vitamine, fibre e di sali minerali.
  8. Noci e mandorle: alimenti energetici e fonte entrambi di grassi Omega 3, forniscono energia immediata proteggendo il sistema cardiovascolare.
  9. Il pesce azzurro: è presente nei mari italiani in tantissime varietà, facile da digerire, ipocalorico, ricco di Omega 3, selenio, iodio, fosforo e potassio.
  10. La mela: E' un frutto ricco di proprietà benefiche, contiene sali minerali, la vitamina B1, la B2 e la vitamina C. E' un frutto con pochi zuccheri e grassi, ricco di pectina una sostanza che contribuisce a tenere sotto controllo il tasso di glicemia contenuto nel sangue.

Va ricordato che frutta e verdura della stagione autunnale sono ottime alleate per rinforzare le nostre difese immunitarie contribuendo a tenerci lontano dai malanni di stagione come il raffreddore, il mal di gola o l'influenza e, essendo anche ricche di fibre, favoriscono il senso di sazietà e, quindi, sono particolarmente indicate per tutte quelle persone che stanno iniziando o seguendo una dieta, perchè permettono di soddisfare il loro palato mangiando sano. 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS