La Carbonara: una ricetta romano - statunitense.

(0 Voti)

La pasta alla carbonara è una delle ricette più storpiate, malinterpretate, ma anche una delle più amate al mondo. Nel cercare di tracciare la storia di questo piatto, è inevitabile mescolare la realtà alle tante leggende, che hanno contribuito alla nascita di diverse supposizioni che, ancora oggi, non è chiaro se siano affidabili o meno.

Sicuramente una delle ipotesi più credibili sulle origini della carbonara vede come protagonista la Regione Lazio che si vanta di avere questo tipo di pasta tra le sue ricette tipiche.

Ma quand'è che si sente parlare per la prima volta di carbonara? Possiamo far risalire questo evento al 1944, anno in cui il bacon cominciò per la prima volta ad essere commercializzato nei mercati di Roma, in quanto importato dagli americani dopo che questi avevano liberato la città.

Si narra, infatti, che i soldati alleati impegnati durante la Seconda Guerra Mondiale sulla linea Reinhard, ebbero l'occasione di assaggiare e affezionarsi presto alla pasta Cacio e Ova abruzzese. Fu quindi per loro naturale, aggiungere il guanciale ed eventualmente la pancetta affumicata importata proprio dagli Stati Uniti.

Questi erano i sapori tipici che rievocavano la casa ai soldati, ma ciò non impedì ai romani, una volta scoperta la ricetta, di far propria la pasta alla carbonara, a tal punto che oggi nessuno oserebbe metterne in dubbio la sua paternità geografica.

La Carbonara, perchè si chiama così?

L'origine e la storia della carbonara non spiegano però per quale ragione venne assunto questo nome all'evoluzione con il guanciale della pasta Cacio e Ova. Secondo autorevoli fonti e studi, il nome sembra far riferimento proprio alla tradizione: si racconta che venne chiamata carbonara in onore dei boscaioli che lavoravano sugli Appennini raccogliendo la legna per farne successivamente il carbone. Ma tra le infinite leggende tramandate di generazione in generazione ce n'è una che la lega alla storia di una nobildonna del Polesine che, nell'Ottocento, era solita ospitare le riunioni della carboneria e, molto probabilmente, allietava le lunghe discussioni servendo un succulento piatto di pasta ai presenti.

Come si prepara la Pasta alla Carbonara?

La vera pasta alla carbonara si prepara con il guanciale tagliato a listarelle e fatto cuocere in pentola finchè non diventa leggermente croccante. L'uso della pancetta affumicata, sebbene contemplato da alcuni manuali di cucina, non è prettamente filologico. Tra gli altri ingredienti che non possono mancare nella preparazione di questo piatto si annoverano: tuorli d'uovo, un uovo intero, il pecorino grattugiato, sale e pepe.

Infine, ecco qualche trucco del mestiere: per evitare quello che in cucina viene chiamato effetto frittata, bisogna evitare che l'uovo venga aggiunto alla pentola finchè è sul fuoco.

Se viene a contatto con temperature superiori ai 75°C, è inevitabile che si cuocerà molto in fretta, addensandosi e rovinando la squisitezza del piatto. Un'ultima chicca riguarda il pepe: per servire in tavola un'eccellente carbonara, il suggerimento è quello di macinarlo al momento, evitando l'utilizzo di quello già in polvere, al fine di dare quel tocco di sapore in più al vostro piatto, che può aiutarvi a fare la differenza.