La Pizza Gourmet: la nuova moda del momento.

(0 Voti)

Nel mondo della ristorazione è in atto una vera e propria evoluzione che ha portato gli Chef e i pizzaioli italiani a prestare maggiore attenzione alla scelta delle materie prime, avendo un occhio di riguardo in più per la presentazione e l'impiattamento, nel rispetto della leggerezza e digeribilità dei piatti serviti in tavola ai commensali.

Dopo anni in cui tutti improvvisavano e, i locali si facevano la guerra ad abbassare il livello dei costi aziendali, e con essi anche la qualità degli ingredienti, finalmente qualcosa nel settore food è  davvero cambiato.

Oggi ad esempio la pizza è entrata di diritto nella cucina d'autore e, se siete assidui frequentatori di pizzerie, non vi sarà certamente sfuggita una delle novità più gettonate del momento che ha invaso, anche in Provincia di Belluno, i menù dei ristoranti che servono anche la pizza. Stiamo parlando della Pizza Gourmet. Ma quali sono le caratteristiche che deve avere questa pizza per definirsi tale?

Partendo dall'impasto, questo deve risultare altamente digeribile e soffice, grazie anche all'utilizzo del lievito madre e ad una lievitazione di almeno 24 - 48 ore. Ancora prima di ottenere questo, si deve prestare la dovuta attenzione alla scelta della farina che deve essere preferibilmente macinata a pietra e lavorata artigianalmente. 

Si passa così alla farcitura, il cui unico limite è rappresentato dalla selezione di prodotti italiani di altissima qualità, con una certa preferenza verso quelli a denominazione d'origine controllata, oppure quelli del presidio Slow Food che ne favoriscono la tracciabilità e, dunque, una loro maggiore affidabilità.

Grazie alla freschezza di tali ingredienti, la farcitura della pizza gourmet viene spesso eseguita al termine della sua cottura in forno a legna, per evitare che il condimento perda il suo sapore naturale. 

E infine, tra le caratteristiche peculiari che deve avere questa particolare tipologia di pizza possiamo annoverare la sapiente combinazione creativa di materie prime ricercate come le albicocche secche, la spalla cotta, i gamberi crudi, la frutta secca, in uno speciale e sofisticato abbinamento di gusti e sapori tipici, degno di essere preparata solo da grandi Chef.

E' proprio per quest'ultimo aspetto che questa pizza risulta come dimensione un po' più piccola di quella tradizionale e, generalmente, viene servita già tagliata a spicchi.

L'unico tasto dolente di questa squisita prelibatezza gastronomica è il suo costo che, da Nord a Sud Italia, pare che oscilli in media tra i 6 e i 19 euro.