L'alimentazione corretta per sconfiggere il caldo estivo.

(0 Voti)

La stagione estiva è il periodo dell'anno in cui è più importante mantenere idratato il proprio organismo per aiutarlo così a raggiungere e mantenere il corretto equilibrio che regola la nostra temperatura corporea.

Con il caldo torrido, le giornate afose, l'elevato livello di umidità percepita, risulta necessario fare molta attenzione a ciò che mangiamo. Infatti, un'alimentazione sana consentirà di contrastare il grande caldo e di reintegrare i liquidi e i sali minerali che si perdono attraverso la sudorazione.

Durante l'estate è buona regola bere molto e spesso, non solo quando si avverte sete, ma anche durante l'intera giornata e questo vale soprattutto per i bambini e gli anziani, che avvertono meno lo stimolo del bere e l'esigenza di reidratarsi.

In particolare, questi ultimi tendono a bere poco e con l'arrivo della stagione estiva sono più soggetti a malori dovuti proprio alla scarsa idratazione e alla carenza di sali minerali. 

E' un luogo comune quello che bere con il caldo porta a sudare di più: va ricordato che la produzione di sudore aiuta il corpo a rinfrescarsi e, quindi, è necessario e consigliato bere almeno 3 litri di acqua al giorno. 

Con l'arrivo dell'estate è inoltre importante seguire una dieta più leggera, equilibrata con l'assunzione di cibi idratanti e bere almeno 10 bicchieri di acqua minerale. 

Consigli da seguire per una corretta alimentazione estiva.

In questi mesi dell'anno, cercate di preferire frutta e verdura fresca e di stagione. Per contrastare l'elevata sudorazione, vanno scelti alimenti ricchi d'acqua, vitamine e sali minerali che sono presenti in grandi quantità nelle verdure, frutta e suoi derivati. 

La frutta fresca non dovrebbe mai mancare soprattutto a colazione e a merenda. Potete scegliere di mangiarla al naturale, oppure bere spremute, frullati, oppure gustare una macedonia senza però l'aggiunta di zucchero.

A pranzo e a cena via libera all'assunzione di insalate, passati, vellutate di verdura cotta. Alimenti molto rinfrescanti sono:

  • la zucchina;
  • il cetriolo;
  • la pesca;
  • l'anguria e il melone.

Evitate di bere bevande ghiacciate.

Un consiglio che vi diamo è proprio quello di evitare, con il gran caldo di questi giorni, di bere bevande ghiacciate in quanto l'improvviso raffreddamento indotto dal liquido congelato può portare a ridurre notevolmente la funzionalità del vostro apparato digerente, provocando congestioni. 

No alle bevande zuccherate.

Le bevande zuccherate all'inizio vi danno subito la sensazione di dissetarvi e rinfrescarvi, ma questo effetto dura poco perché contengono troppi zuccheri o dolcificanti artificiali, oltre ad aromi, conservanti e coloranti, il cui abuso è poco salutare. Anche le acque brillanti o toniche sono prodotti il cui apporto calorico è doppio o superiore a quello di molte aranciate. Un'alternativa sicuramente molto più salutare è quella di bere succhi vegetali, succhi di frutta 100% oppure infusi alla menta, sostanza che vi aiuta a farvi passare il classico mal di testa provocato dall'insolazione.

Con il grande caldo, evitate le bevande alcoliche e i superalcolici.

L'assunzione di alcol va evitata soprattutto nelle ore centrali e più calde della giornata, e in particolare nelle giornate in cui la temperatura supera i 30° all'ombra. Vanno evitati anche i superalcolici, in quanto nell'individuo rendono più impegnativo il processo necessario per la dispersione del calore corporeo e favoriscono la disidratazione.

Si al consumo di cibi freschi.

In questo periodo è preferibile consumare cibi freschi; ad esempio appena svegliati al posto di bere il solito caffè o cappuccino, si può assumere uno Yogurt, oppure un bicchiere di latte di mandorla artigianale, il latte di riso, soia o avena. A pranzo o a cena molto pratici e veloci sono le classiche insalate di pasta o di riso condite con verdure cotte o crude di stagione e con l'aggiunta di uova, formaggi freschi, tonno.

Per non rallentare troppo la digestione, affaticare il fegato e l'organismo è bene evitare pasti abbondanti e consumare cibi leggeri e con pochi grassi, conditi con un filo d'olio extravergine d'oliva. 

Anche gli alimenti troppo salati andrebbero consumati sempre con molta parsimonia, in quanto il sodio presente nel sale trattiene i liquidi nel corpo e la sua azione viene bilanciata dal potassio il cui consumo aiuta a ridurre il gonfiore della pancia.