Come conservare gli alimenti in frigorifero.

(0 Voti)

Spesso conserviamo in frigorifero gli alimenti senza saper bene se abbiamo riposto quel determinato prodotto nel posto giusto. Non basta limitarsi a raffreddare un alimento in frigorifero per conservarlo a lungo: è necessario sapere in quale ripiano riporlo e quali sono i contenitori giusti da utilizzare. 

Come sistemare bene gli alimenti in frigorifero? Ecco alcuni pratici consigli su come conservare al meglio gli alimenti nel proprio frigo di casa:

Quali cibi vanno conservati nella zona alta del frigo?

Il ripiano superiore del frigorifero è quello meno freddo. Questa zona raggiunge i 5 - 8° di temperatura ed è ideale per conservare: formaggi, yogurt, affettati in confezioni sottovuoto, cibi cotti, uova. 

Quali cibi vanno messi nella zona media del frigorifero?

La parte centrale del frigorifero ha una temperatura dai 4 agli 8 gradi ed è ideale per riporre: salumi già aperti, pasta, carne e verdure cotte, avanzi di sughi e salse.

Quali cibi vanno messi nella zona bassa del frigorifero? 

Il ripiano subito sopra ai due cassetti ha una temperatura che va dai 2 ai 5 gradi; qui si posizionano carne cruda, pesce crudo, pollame e cibi crudi.

Quali cibi vanno messi nei cassetti del frigorifero? 

I cassetti collocati in fondo hanno una temperatura bassa e sono riservati a frutta e verdura cruda. 

Prima di mettere i prodotti in frigo, consigliamo di lavarli bene con acqua corrente eliminando frutta e verdura con un po' di muffa in quanto possono contenere sostanze tossiche.

Cosa va messo nello sportello del frigorifero? 

Lo sportello o porta ha una temperatura di 5 - 10 gradi ed è idoneo per conservare latte, bibite, bottiglie d'acqua e vino.

Come conservare gli alimenti in frigo: i contenitori.

Al di là delle buone abitudini, sono molto importanti anche i contenitori in cui si conservano gli alimenti e l'uso corretto del frigorifero.

Ogni alimento ha bisogno del suo contenitore:

  • acciaio e alluminio sono materiali indicati per la conservazione di tutti i tipi di cibo, ad eccezione di quelli che contengono molto sale o hanno un'alto grado di acidità, perché potrebbero corrodere gli involucri.
  • le pellicole trasparenti sono utili alla conservazione di molti cibi perchè proteggono dall'ossidazione e dalla disidratazione, ma non devono essere usati per cibi grassi o molto caldi.
  • il vetro è molto igienico e permette di controllare immediatamente il grado di conservazione dei cibi. 
  • si consiglia di usare la carta per conservare frutta e verdura, cambiando di frequente l'involucro che assorbe subito l'umidità.

Conservazione dei cibi e pulizia del frigorifero.

Per conservare le pietanze cucinate, è bene fare molta attenzione nel lasciarle raffreddare completamente prima di riporle nel frigo. Da un lato, per evitare che si formi condensa nel contenitore, dall'altro, per preservare la temperatura interna del frigo, senza intaccare la conservazione degli altri alimenti. 

Altra cosa importantissima, riguarda la separazione tra cibi cotti, o pronti, e alimenti crudi, evitando così le contaminazioni crociate, tra le principali cause di intossicazione alimentare, che determinerebbero la profilazione di muffe e microrganismi deleteri per la salute. 

Per mantenere igienizzato l'ambiente di conservazione dei cibi, nonchè preservarne il buon funzionamento e la giusta temperatura di refrigerazione, è necessario pulire regolarmente tutto l'interno del frigorifero e anche il congelatore. 

Svuotarlo, staccare la spina, sbrinarlo completamente e poi passare un panno imbevuto con una soluzione di acqua e aceto bianco o bicarbonato, fino a quando rimane un fresco profumo di pulito.

Quindi, riempirlo nuovamente, ricordandosi di non eccedere nel fare scorte abbondanti, evitando di stipare il frigo di prodotti. 

Per ovviare alla formazione di cattivi odori nel frigorifero, si può lasciare al suo interno un vasetto di vetro aperto o una tazza piena di bicarbonato, che ha la funzione di assorbire l'umido in eccesso di odori.

Per consentire la corretta distribuzione della temperatura nel frigo, deve esserci abbastanza aria tra un alimento e l'altro.

Come anche contenitori e confezioni devono essere riposti tenendoli staccati dalle pareti del frigo.

Altra buona norma è lasciare i vari prodotti nella loro confezione originale con data di scadenza e indicazioni per conservarli. 

Nel caso di cibi preparati a casa, vanno conservati in contenitori puliti e con coperchio ermetico e consumati entro due giorni. 

Se non si dedica la giusta attenzione nel conservare i cibi, si può incorrere in infezioni, tossinfezioni e intossicazioni alimentari, causate da microrganismi.