La Tavola di Natale.

(0 Voti)

La tavola di Natale rappresenta uno degli aspetti più creativi e, allo stesso tempo, problematici delle feste.

Ogni anno la nostra testa è invasa da tantissime idee contrastanti tra loro che inevitabilmente ci portano ad apparecchiare sempre allo stesso modo.

Ecco alcuni consigli per rendere magnifica ed indimenticabile la vostra tavola natalizia.

L'arte della tavola.

Il segreto per apparecchiare con stile ed eleganza la vostra tavola di Natale è quello di non disperdersi troppo; scegliete per prima cosa un tema da dare alla tavola: tradizionale, bianco, oro, argento...?

Una volta fatta questa scelta, il tema va sempre rispettato e ricordato nelle varie componenti della tavola.

Affinché la vostra tavola risulti elegante, fate anche attenzione a non caricarla troppo e a non utilizzare più di due colori per apparecchiarla. 

Ricordatevi sempre di lasciare uno spazio vitale tra un invitato e l'altro per muoversi agevolmente, parlare e mangiare senza dover disturbarsi troppo a vicenda.

La scelta della tovaglia: tradizionale, classica oppure fantasia?

Non si sbaglia mai scegliendo una tovaglia bianca molto semplice ma di buona qualità, come ad esempio le tovaglie di cotone o di lino che vanno stirate bene prima del loro utilizzo; l'effetto visivo sarà di freschezza e di ordine, rendendo subito la tavola perfetta. 

Da evitare invece i tessuti fantasia oppure con motivi troppo colorati perché rischierebbero di appesantire troppo la vostra tavola dando la sensazione che sia troppo carica. 

In più, scegliendo una tovaglia bianca si avrà la possibilità di decorare la tavola con più oggetti, mettendo ad esempio delle mini tovagliette per ogni invitato, di colore rosso oppure argento, o oro a seconda del tema scelto.

Se però il tema natalizio è per voi irrinunciabile per la tovaglia, sceglietene una rossa, oppure una fantasia, o ancora una in tema con la decorazione del vostro albero di Natale.

L'importante in questo caso sarà di mettere dei piatti bianchi per non appesantire la decorazione della tavola, già carica con la scelta di una tovaglia fantasia.

Runner o centrotavola?

Per dare un tocco di colore, è possibile sovrapporre alla tovaglia bianca un "runner" colorato che attraversi la tavola per lungo, soprattutto se il vostro tavolo è rettangolare.

Le ghirlande, i centri tavola a base di frutta e stecche di cannella, le palline di Natale in tessuto o decorate a mano saranno le benvenute sparse qua e là sulla tavola natalizia, soprattutto se si tratta di un tavolo tondo.

Se avete scelto di sovrapporre il "runner" colorato sulla tovaglia, le decorazioni saranno da concentrare maggiormente su quest'ultimo. 

Per quanto riguarda il centrotavola, potrete scegliere quelli classici realizzati con candele rosse oppure, se amate gli oggetti fatti in casa, potrete divertirvi a comporre voi il vostro centrotavola.

Basterà scegliere delle candele di altezza e di colori diversi tra loro, disporle al centro di un vassoio e decorarle tutto intorno con delle ghirlande argentate e dorate di quelle che si utilizzano per l'albero di Natale. 

In alternativa alle ghirlande, potrete decorare il vostro centrotavola con mele rosse, bastoncini di cannella e rametti di vischio. 

Fate sempre attenzione a scegliere un numero dispari di oggetti da mettere al centro del vostro centrotavola; 3 candele per una tavola da 4 persone, 5 candele per una tavola da otto, 2 centrotavola con 5 candele ciascuno per tavole da 10 e più invitati.

In generale, vi consigliamo di non scegliere un centrotavola troppo alto o ingombrante: sarebbe un peccato non poter vedere o parlare con gli altri commensali a causa di un centrotavola troppo invadente.

I tovaglioli

La tovaglia e i suoi tovaglioli si scelgono nello stesso momento in modo che siano bene assortiti tra loro.

Due soluzioni sono possibili: scegliere dei tovaglioli dello stesso colore della tovaglia, oppure dei tovaglioli di colore differente ma che si sposi bene con quello della tovaglia. 

Per sorprendere i vostri invitati, potrete piegare i tovaglioli dando loro una particolare forma, in modo che la vostra tavola sia ancora più personalizzata.

La disposizione dei piatti

I piatti vanno messi al centro, con all'interno il tovagliolo e/o il segnaposto.

Devono essere tre: il sottopiatto (fisso dall'inizio del pranzo o della cena), il piatto piano e quello fondo.

L'antipasto è quasi sempre a buffet, quindi il piattino lo trovate accanto alla tartine e potreste portarlo in giro; diversamente, si serve al posto del piatto fondo che poi subentra al momento di servire il primo piatto.

Alla sinistra del piatto vanno le due forchette, una per la carne e una per il pesce (oppure prima e seconda portata); il tovagliolo, sempre che non lo mettiate nel piatto, va messo all'esterno. 

Ancora a sinistra, sopra le posate, metterete un eventuale piattino del pane.

A destra, invece, vanno il coltello (con la lama verso l'interno), il coltello del pesce e il cucchiaio.

Sempre a destra, sopra le posate, vanno i bicchieri; tanti quanto i vini che andrete a servire, più uno per l'acqua. Quello dell'acqua è il primo, alla sua sinistra seguono i calici. 

Al centro, in alto rispetto al piatto, vanno la forchetta e/o il cucchiaino da dessert messi in orizzontale.

E' bene ricordare che i piatti si tolgono da destra e si servono da sinistra; le posate sporche, poi, non si incrociano ma si allineano all'interno del piatto una volta finito di mangiare.

I segnaposto personalizzati

Se state preparando una grande tavolata, può essere utile mettere dei segnaposto affinché tutti gli invitati trovino facilmente il posto a tavola a loro assegnato.

Per dare spazio alla vostra creatività, potrete preparare dei segnaposto personalizzati scrivendo nome e cognome di ogni invitato su un cartoncino che fisserete su una pallina di Natale (o altro addobbo), che posizionerete ad ogni posto, vicino ai bicchieri.

L'arte di stare a tavola.

I posti a sedere

I padroni di casa dovrebbero sedersi al centro della tavola e gli invitati intorno a loro alternati in base al sesso (uomo - donna, uomo - donna) cercando di far sedere vicini marito e moglie, fidanzati, amici, colleghi.

Quali posate vanno usate per prime?

Per non sbagliare, ricordatevi sempre di iniziare con l'usare le posate più all'esterno rispetto al piatto.

Quando avete finito di mangiare, forchetta e coltello vanno posizionati l'una accanto all'altra con le punte dallo stesso verso, rivolte verso sinistra e con i manici rivolti verso il basso, a destra.

Se lascerete invece la forchetta e il coltello incrociati sul piatto, significherà che non avete ancora finito e nessuno vi libererà del piatto per passare alla portata successiva, finchè non posizionerete correttamente le posate per comunicare che avete terminato.

Il tovagliolo: dove va messo al termine del pranzo o della cena?

Alla fine del pasto, non ripiegate il tovagliolo su se stesso ma lasciatelo alla sinistra del vostro piatto. 

Regalini golosi

A fine pasto, al momento del dessert o del caffè, potrete dare ad ognuno dei vostri invitati un regalino goloso da portarsi a casa come ricordo del bel momento trascorso alla vostra tavola.

Potrete fare un pacchettino con dei biscotti fatti in casa, oppure dei cioccolatini, o anche una piccola candela profumata. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Etichettato sotto :